Sono entrati in servizio al Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti gli ingegneri meccanici vincitori del concorso e destinati alle sedi periferiche del Dipartimento trasporti in tutta Italia, divisi tra Uffici motorizzazione civile (Umc), Centri prova autoveicoli (Cpa), Uffici speciali trasporti a impianti fissi (Ustif).
I neoassunti si occuperanno delle attività relative alla sicurezza stradale, agli esami per prendere la patente e ai controlli tecnici dei veicoli, anche nell’ottica di implementare le nuove professionalità sia negli uffici della
Motorizzazione, che in tutti gli altri servizi a disposizione dell’utenza.
Con i 148 ingegneri inseriti in organico, diventano 252 le nuove figure professionali assunte dalla fine del 2017: tali assunzioni rappresentano il primo passo per il miglioramento delle attività strategiche e per sanare le criticità di organico presenti in varie realtà territoriali, oltre che rafforzare i servizi ad alto contenutO specialistico e tecnico, sia per il raggiungimento di più alti indici di sicurezza della circolazione, sia per lo sviluppo ed il rilancio degli investimenti pubblici. La pianificazione delle nuove assunzioni al Mit prevede che, nei prossimi mesi, saranno banditi due nuovi concorsi per altre figure professionali al fine di inserire in organico 500 nuovi assunti, oltre a 100 nuovi dirigenti.
Sui 148 vincitori convocati si sono presentati ed hanno firmato il contratto individuale di lavoro 137 ingegneri, assunti con contratto a tempo indeterminato nel profilo professionale di Funzionario Ingegnere Architetto. Al fine di coprire il numero di posti messi a concorso, l’11 dicembre sono convocati gli ulteriori 36 candidati
risultati idonei.

Tutte le informazioni di dettaglio sul concorso sono disponibili al link:
http://trasparenza.mit.gov.it/archivio22_bandi-di-concorso_0_4986_640_1.html

Fonte: dal sito MIT del 05/12/2019